Alcune considerazioni sul notebook da gaming...

Sal9000-19

Utente Attivo
212
43
Ciao a tutti,

Volevo farvi partecipi di un paio di considerazioni, rivolte soprattutto a coloro che, come me, stanno cercando il loro primo notebook da gaming.

Ormai è un mese che sono alla ricerca del giusto affare e tra recensioni lette, video di unboxing e prove sul campo mi sono fatto un idea precisa di quello che veramente conta in un dispositivo del genere. Anche se il discorso è estendibile a tutti i notebook in generale. Ovviamente dal mio punto di vista ossia di non esperto e semplice appassionato sottolineerei i 3 aspetti principali da prendere in considerazione per un acquisto che duri nel tempo e non deluda già dopo i primi mesi. Aspetti che invece purtroppo vengono sottovalutati dall'acquirente, a volte ingolosito dall'offerta di un acquisto troppo frettoloso

1) Schermo. Può sembrare banale e scontato dirlo ma dopo averlo acquistato, il notebook non ti consente più di cambiarlo. Beati quelli che possono sostituire il loro vecchio full hd 60 hertz con uno più moderno, ma sul notebook tale scelta è definitiva, ergo pensarci bene prima di incappare in ciofeghe. Spesso sento consigliare di andare su un certo modello perché costa meno ma ha un hardware più potente. Sì ma lo schermo ? Oggi come oggi credo che un display da gaming debba avere almeno una frequenza di 120/144 hertz ed una copertura almeno del 70/80 per cento della sRGB (minimo,). Vediamo ovunque offerte di pc con display magari buoni solo per giocare. Per carità, è il giusto compromesso e non tutti usiamo photoshop o altri software di modifica delle immagini ma è bene tenere a mente che il notebook non è una console e prima o poi lo useremo anche per fare altro.

2) Batteria. Questa è la cosa di cui si lamentano tutti subito..Ho speso tanto ma la batteria fa schifo....Ora, fermo restando che un notebook da gaming è progettato per funzionare bene con la presa elettrica, sarebbe sacrosanto nel 2020 pretendere qualche ora di durata in più nell'utilizzo quotidiano e lo svago, anche perché i laptop da gaming sono finalmente divenuti sottili e trasportabili. Ovviamente questo è un tasto dolente per il nostro portafogli(:lol:) perché più ce l'hanno grande la batteria, più i laptop costano. Ma non vale il prezzo che vale un notebook che non ti fa bestemmiare tutti i giorni solo perché si spegne sul più bello? (e per più bello intendo, sì anche nel bel mezzo di un porno ? :asd::asd:). Pensateci bene prima di sganciare cash al Mediaworld o premere "acquisto con un click" su Amazon perché questa è una delle cose di cui vi pentirete dopo (garantito!!!). Ed una delle cose per cui val la pensa spendere qualcosina in più al momento dell'acquisto.

3) Hardware. Questo punto è collegato ai 2 sopra. Ancora leggo troppe volte frasi come "quel notebook è meglio di quell'altro, e più cheap e più potente" Sì, ma che me ne faccio di una cpu aggiornatissima ed una potente VGA mobile se poi non dura? e lo schermo una gamma di colori sballatissima? Ecco perché nella mia personale scelta del notebook da gaming schermo e batteria verranno prima di Cpu e Gpu. Soltanto dopo essermi assicurato lo schermo e la batteria sceglierò cpu e gpu, informandomi ovviamente prima su temperature e rumorosità, altri aspetti da considerare, anche perché ormai è facile trovare online stress test di qualsiasi tipo riguardante il modello dei nostri sogni.

E niente penso di aver detto tutto. Mi scuso se vi ho annoiato, ma è incredibile come la gente si lamenti sempre di più di queste macchine subito dopo averle prese quando al principio sarebbe bastato informarsi di più, prendendosi più tempo e provando a sforare leggermente il budget. Meglio stare bene domani no?


:brindiamo::thanks:
 
  • Mi piace
Reactions: gronag

Gionnyx

Nuovo Utente
66
5
Ottime considerazioni, hai espresso perfettamente quella che è anche la mia linea di pensiero.
Purtroppo capisco anche la frustrazione, ho valutato tanti modelli in queste settimane, alzando piano piano il budget, ma alla fine ogni modello presentava qualche problema, o le temperature, o la batteria, o il peso, o la progettazione un po’ arronzata, o i materiali scadenti, o tante altre cose ahahahah.
Quindi credo bisogni scendere a patti prima o poi.
Mi sento di aggiungere una sola cosa ad uno dei tuoi punti, per quanto riguarda gli schermi oltre a quello che già detto tu e alla tipologia ad esempio per me è molto importante la luminosità, spesso anche difficile da capire nei vari modelli. Ad uno che non usa casomai il pc in giro non potrebbe essere rilevante ma vi assicuro che ho assistito a troppi colleghi “non li non mi posso sedere altrimenti non vedo nulla dal pc”.
In sintesi c’è molto da valutare oltre alla cpu e gpu, ma per fortuna in questo forum molti lo capiscono e cercano prima di capire che target avrà la macchina per consigliare al meglio.
 
  • Mi piace
Reactions: gronag

gronag

Utente Èlite
20,421
6,913
Ovviamente sono d'accordo con tutte queste considerazioni, ottime osservazioni a cui tutti dovrebbero prestare attenzione ... :ok:
 

kuichido

Nuovo Utente
11
2
Da un video che ho visto di Dave Lee, mi è sembrato di capire che più del refresh rate, sia fondamentale il tempo di risposta di un monitor. Non ricordo il video in cui ne parlava, ma citava con entusiasmo il tempo di risposta di 3 ms del monito di un portatile (nonostante non fosse particolarmente luminoso e accurato nei colori) rispetto alla frequenza di aggiornamento. Ovviamente tale parametro è tanto più importante quanto più si gioca a titoli "frenetici".
 

gronag

Utente Èlite
20,421
6,913
Da un video che ho visto di Dave Lee, mi è sembrato di capire che più del refresh rate, sia fondamentale il tempo di risposta di un monitor. Non ricordo il video in cui ne parlava, ma citava con entusiasmo il tempo di risposta di 3 ms del monito di un portatile (nonostante non fosse particolarmente luminoso e accurato nei colori) rispetto alla frequenza di aggiornamento. Ovviamente tale parametro è tanto più importante quanto più si gioca a titoli "frenetici".
Ciò che può interessare maggiormente i videogamer non è tanto il tempo di risposta dei pixel quanto l'input lag, ovvero quel "lag" temporale che intercorre tra quando si preme il tasto sul controller e l'effettiva realizzazione del comando nel gioco su schermo ;)
Quindi puoi avere un display con 3ms di tempo di risposta ma con un input lag di 20ms :asd:
L'input lag dipende dal progetto dei filtri digitali (magari nel mio thread di elettronica illustrerò come si progettano i filtri digitali) implementati nell'elettronica del pannello ma di solito i costruttori non lo indicano, si può ridurre con vari accorgimenti, ad esempio tramite alcune impostazioni previste nei driver (e alcune tecnologie come FreeSync, G-Sync, ecc.), ma è sempre lì e varia da modello a modello :sisi:
Non è facile risalire alla misura dell'input lag di un determinato pannello ma la cosa importante è essere consapevoli della differenza tra tempo di risposta dei pixel e input lag: la latenza di visualizzazione è più importante del tempo di risposta ;)
Soprattutto i giochi di combattimento (Tekken, Street Fighter, Mortal Kombat, ecc.) sono influenzati dall'input lag, per ovvi motivi :D
 

Seven84

Nuovo Utente
131
22
Bella guida che condivido in gran parte, ma il punto sulla batteria non lo condivido a pieno in quanto parliamo di notebook gaming.

I notebook gaming non sono progettati per essere giocati da batteria, ma solamente collegati a rete elettrica.
Questo discorso lo si può fare se lo si prende per uso misto, tipo per uno studente che lo usa come gaming/studio o per una persona che lo usa come gaming/lavoro.
Ad esempio per uno studente universitario che in settimana alloggia fuori casa, si porta il notebook a scuola, in camera lo usa collegato per gaming/studio, se lo porta a lezione (dove serve una buona batteria) ecc. Il weekend quando torna lo usa collegato per gaming/studio.

Se invece uno prende il notebook solamente per gaming, può tranquillamente tralasciare il discorso batteria, perché non esiste una batteria in grado di durare un giorno con un utilizzo gaming (idem per i telefonini, se giocate un ora di fila la batteria vi perde un buon 20/30%).
 

kuichido

Nuovo Utente
11
2
Ok Gronag, ma come dici tu, l'input lag è un dato che viene fornito? Non mi sembra di averlo mai visto tra i dati forniti o testati dai recensori. O perlomeno non mi è mai capitato.
Un monitor con refresh rate alto ma alto tempo di risposta è, a mio avviso, inutile.
Ritengo siano tre parametri (se disponibili) da tenere tutti in considerazione. Non solo il refresh rate
 

gronag

Utente Èlite
20,421
6,913
Ok Gronag, ma come dici tu, l'input lag è un dato che viene fornito? Non mi sembra di averlo mai visto tra i dati forniti o testati dai recensori. O perlomeno non mi è mai capitato.
Un monitor con refresh rate alto ma alto tempo di risposta è, a mio avviso, inutile.
Ritengo siano tre parametri (se disponibili) da tenere tutti in considerazione. Non solo il refresh rate
Ad un pannello a 144Hz di refresh corrisponde una velocità di transizione dei pixel di circa 7ms (ricorda che la frequenza è l'inverso del periodo) quindi sarebbe bene concentrarsi su un pannello con un "response time" inferiore a 7ms, tanto per fare un esempio :sisi:
Il punto è che il tempo di risposta dei pixel non è un parametro industriale "standard", ogni produttore lo determina come vuole, a volte si riferisce alla transizione grey-to-grey (da grigio a grigio), in altri casi si fa riferimento all'80% della velocità di transizione, il che vuol dire che i pixel non sono in grado di effettuare una transizione "veloce" (da lì viene causato il cosiddetto "blurring"), il risultato è che la risposta "reale" dei pixel non è quella reclamizzata dai costruttori dei pannelli :D
In linea di massima segui il mio suggerimento, cioè se opti per un 144Hz concentrati su un response time quanto più basso possibile, in modo da avere un margine maggiore e rientrare nel limite dei 7ms :sisi:
Per quanto riguarda l'input lag, questo non viene fornito dal produttore dei pannelli poiché si tratta di un parametro elettronico, di scarsa rilevanza per un utente medio (ma importante per chi gioca a giochi competitivi), misurabile solo con speciali apparecchiature e che è possibile ridurre con alcuni accorgimenti tecnologici come il sync adattativo, il fastsync, il freesync, il g-sync e similari :sisi:
In definitiva il response time è un parametro "secondario", quello importante invece è l'input lag :sisi:

https://www.tomshw.it/hardware/cose...sogna-cercare-al-posto-del-tempo-di-risposta/ :ok:
 

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili

Hot del momento