Affinity Photo, recensione.

Zox

Utente Attivo
2,578
512
Hardware Utente
CPU
i5 3570K @4.4 cooled Noctua NH-U12P-lappato
Scheda Madre
Z77X UD5H
Hard Disk
SSD 850Evo 500gb+WD Caviar Blue - St Barracuda
RAM
Kingston HyperX Fury LP (16GB@1866)
Scheda Video
MSI Gtx 970 4G o.c.
Scheda Audio
X-fi Fatality
Monitor
BenQ-GW2765HT
Alimentatore
Enermax modu87+800W
Case
CM 690 Adv II
Periferiche
...diverse!
Sistema Operativo
W10
#1
Recensione/analisi personale su Affinity Photo.
...il “concorrente” di Photoshop.

Recensire un programma come Affinity Photo (AP) giunto a oggi alla V1.6.5 non è facile, in quanto ricco di funzionalità che spaziano dal fotoritocco non distruttivo allo sviluppo dei file raw ecc... Gli strumenti a disposizione sono quelli classici di PS: sposta, riempimento, sfumature, strumenti selezione completi, forme vettoriali, le varie matite, pennelli, clone, cerotto, brucia, scherma, sfumatura, maschere veloci, focus stacking, l'immancabile bacchetta magica, i vari filtri di sfocatura, movimento, distorsione, grana, colore e molti, molti altri.
AffinityPhoto, anche se ha delle peculiarità, lo si può definire un “clone di Photoshop” e chi ha usato PS non avrà grossi problemi.
Uso AP come utilizzatore (diciamo pro ...o quasi) da un paio d'anni. Della stessa software house Serif, esiste anche un software per elaborazione vettoriale Affinity Design praticamente identico come struttura e funzionalità con la sola “piccola” differenza di non manipolare file raw, jpeg ecc per fotoritocco e/o postproduzione delle immagini, esattamente (o quasi) a come avviene in PS.
Come approccio generale AP è impostato molto similmente a PS e si riesce a lavorarci più che decentemente e senza troppi intoppi su praticamente qualsiasi tipo di file ...psd, pdf, raw ecc. (è bene specificare che l'elaborazione dei raw è ben lontana da software come Capture One e altri come DxO e On1), che in questo sono più completi e specifici e riescono a fare decisamente meglio del motore di demosaicizzazione proprietario di Serif.


In ambito professionale con flussi di lavoro elevati AffinityPhoto ha bisogno di migliorare molto!
Nello specifico, a mio avviso sono da tenere in considerazione alcuni importanti fattori soprattutto per chi intende farne, appunto, un uso Professionale ed ha bisogno di una certa tipologia di workflow.

Non ha un DAM per gestire archivi fotografici e bisogna quindi usarne uno di terze parti. Lo sviluppo dei file raw, è ancora lento, acerbo e abbastanza basilare. Fino a poco tempo fa, gli istogrammi dei file raw erano addirittura completamente sballati (apparivano erroneamente più sottoesposti del normale) pare per un'incongruenza con i bit dei file! Adesso sembra che la cosa sia un po' migliorata, ma non ho avuto modo di verificarlo bene. L'interfaccia è semplice, chiara e abbastanza personalizzabile, non certo come PS, ma purtroppo ha una regolazione per la gamma UI molto limitata per il nero come colore dell'interfaccia e anche qui doverci lavorare per diverse ore al giorno diventa stancante.
Idem per interfaccia "Light" da poco aggiunta in soccorso ai molti che la chiedevano per le ragioni appena esposte! L'interfaccia ha inoltre delle importanti lacune con i font, le icone, le miniature dei livelli e le palette, tutto troppo piccolo se si usano monitor sopra il full hd, per lavorarci decentemente ho dovuto (è l'unico modo) ingrandire a 120% da Win10 sia su 2k che su 4k, altrimenti lavorarci a lungo diventa un vero tormento. Per questo rimpiango il buon vecchio Photoshop che ho usato per almeno vent'anni e che non uso più solo perché odio il sistema di sottoscrizione e per giunta a un prezzo fuori portata!
I prezzi di Affinity sono bassi, spesso si trova anche a meno di 50 euro. ...Io spesi 35.90! Ottimo direi! Ma comunque, allo stato attuale del software...non ci spenderei più di 50 euro!
Attenzione anche alle chiavi di licenza, ne hanno di varie tipologie, normalmente sono valide per un sistema operativo, Window o Mac, su un massimo di cinque PC in ambiente domestico. Per uso commerciale è invece possibile installare Affinity Photo solo su due PC. Chi ha un Mac e vuole anche una licenza per PC (o viceversa) deve acquistarne un'altra. Quindi, spesa doppia. Studi grafici e/o fotografici che spesso usano entrambi i sistemi operativi devono metterlo in conto.
Inoltre è da sottolineare che le licenze NON sono perpetue, ma smettono di ricevere aggiornamenti a ogni major update, ovvero sono gratis dalla v.1.0 fino alla 1.9xx. Dalla v. 2.0 in poi si deve acquistare una nuova licenza, oppure si deve tenere quella in nostro possesso (fino alla 1.9xx). Altrimenti si devono valutare gli acquisti multi licenza personalizzati disponibili nel sito Serif.
Altra nota dolente purtroppo, i molti problemi riscontrati dagli utenti e riportati nel forum, che vengono diciamo “glissati” dallo staff (che comunque è sempre molto disponibile nel dare consigli e supporto) oppure forniscono soluzioni palliative, -del tipo... "le suggeriamo di ingrandire da Win 10..."- Altro esempio, il caso dell'interfaccia poco scalabile con conseguenti font piccolissimi, palette e thumbnail dei livelli minuscole senza possibilità di ingrandimento, su monitor 2k e/o 4k tutto questo è una pena per gli occhi, questo problema, segnalato da molti -me incluso- non è tutt'ora risolto dal 2015 e questo mi fa salire molti dubbi!
A parer mio, credo che abbiano un po' troppi software da gestire e che fanno testare con una beta dietro l'altra agli utenti, incluso il sottoscritto, che diligentemente riportano bug e buggettini, che se poi non risolvono o eludono diventa inutile! Dulcis in fundo aggiungono altre funzioni ai software invece di risolvere prima i problemi noti.
Inoltre, credo che “filosoficamente” favoriscano un po' di più l'ambiente Mac. Ho l'impressione che la versione Windows, comunque uscita dopo, sia considerata di meno ...vabbè! Non mi piacciono gli estremismi e nemmeno i “fanboy.” ...IMHO. Tanto per dire, ho sia Pc che Mac da quando esisteva il Performa 6200 nel lontano 1995 ...come sono vecchio! :-(


In conclusione, nonostante abbia voluto prevalentemente evidenziare le cose che non mi hanno convinto e lasciano un po' scontento e dubbioso, ci tengo a precisare che non è certo mia intenzione "smontare" la bontà di Affinity Photo né del produttore, sia chiaro, sicuramente per una produzione di qualità e in rapporto al prezzo AP (e anche AD) vanno più che bene e Affinity Photo fa più o meno quello che fa PhotoShop, -alcune cose, secondo me, le fa addirittura meglio- è abbastanza fluido e ricco di preset, anche tone mapping HDR, gestice i panorami e supporta anche i Nik collection e molto altro!
Nel bene e nel male si riesce comunque a gestire decentemente tutto il workflow se pur con qualche “escamotage!”
In linea di massima posso dire di ritenermi abbastanza soddisfatto, peccato "solo" per le gravi carenze che giacciono irrisolte! ...penso che valuterò molto bene se aggiornerò alla v.2.0 oppure mi terrò quelle già in mio possesso!


PRO:
-Il prezzo, attenzione però alle limitazioni delle varie licenze!
-Curva apprendimento facile per chi usa PS
-Interfaccia pulita e “familiare”

-Ricco di tool e funzionalità complete.

CONTRO:
-Interfaccia poco scalabile e mal gestita con monitor sopra il FHD.
-Elaborazione raw non all'altezza della concorrenza!
-Gestione workflow lenta.
-Non ha un DAM


Link produttore: https://affinity.serif.com/it/photo/
Link forum: https://forum.affinity.serif.com/



In allestimento....
Mi riservo di valutare e modificare ulteriormente la recensione in base ai futuri aggiornamenti da parte del produttore!
 
Ultima modifica:

Discussioni Simili


Entra

Guarda il video live di tomshardwareita su www.twitch.tv