10 anni 11/09/2001. Ci credete ancora?

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Liuk22

Nuovo Utente
14
3
Beh, non si può confondere un Cruise di 6m con un 757 lungo 47m, tutti i testimoni hanno dichiarato di aver visto un aereo, nessuno di loro ha detto di aver VISTO un missile (qualcuno ha detto che il RUMORE dell'aereo era paragonabile a quello di un missile) :asd:
Inoltre, dato che gli attentati sono stati ripetutamente rivendicati da al-Qaeda di bin Laden (ci sono anche dei filmati che lo ritraggono insieme ai dirottatori), la tua ipotesi di "lasciar fare gli integralisti" è corroborata da prove oppure è un'illazione ? :look:
Chiaro, per me erano tutti aerei.

Semplicemente, considerato il rapporto costi/benefici dopo gli attentati dell'11/9, e il peso delle rispettive forze in gioco in termini sia militari che di spionaggio, ritengo più probabile che sia stato lasciato fare, se non addirittura sospinto l'attacco. Non dico mica che i dirottatori fossero consapevoli di star operando nell'interesse di certe lobby e individui, come che qualsiasi membro del senato statunitense fosse a conoscenza della realtà, ci mancherebbe.

Per me le forze che muovono le nazioni operano per lo più in maniera non ufficiale, d'altronde quà in Italia abbiamo avuto la p2 come esempio.
E che mentano sapendo di mentire è acclarato: la CIA addestra da anni guerriglieri provenienti dai più disparati paesi, e poi li manda a destra o a manca (a volte la cosa si ritorce contro). Quando questi finisco in Siria sono i simpatici "ribelli", invece in Mali la stessa gente è definita terrorista/integralista/brutti e cattivi.

Poi no, non ho prove del tipo intercettazioni telefoniche o documenti scritti ecc, sta sicuro che se le avessi sarei già a fare compagnia ai pesci :sisi:

Ripeto, ritengo semplicemente meno ingenuo diffidare della versione ufficiale, almeno in casi come questi, poi da quì a sostenere ogni follia di complotto ce ne passa.
 

wardenclyffe

Utente Èlite
1,863
181
Credete ancora che sia stata colpa di Bin Laden?
Credete ancora che sia stato un attentato e non un complotto?

Io no. So solo che nei giochi di potere muoiono persone innocenti.

« Gli animali da fuori guardavano il maiale e poi l'uomo, poi l'uomo e ancora il maiale: ma era ormai impossibile dire chi era l'uno e chi l'altro »(La fattoria degli animali).

....ad oggi l'unico mistero è sapere chi è stato....
il come, chi conosce i principi di termodinamica e fisica, non può rappresentare un'incognita
...anche il perchè pare abbastanza evidente, sempre che uno non segua le informazioni che fanno bere i media.
 

R4z3R

Utente Èlite
6,247
177
....ad oggi l'unico mistero è sapere chi è stato....
il come, chi conosce i principi di termodinamica e fisica, non può rappresentare un'incognita...
Non sarà proprio un incognita, ma di certo a "principi di termodinamica e fisica" (se esistesse) non si parla di modelli di impatto tra aerei e edifici..non so che studi ci si aspetti dal forumista medio ma dubito che anche eventuali ingegneri abbiano trattato qualcosa di simile all'esame di materiali piuttosto che meccanica..direi che ci vorrebbe un modello a computer fatto come si deve per trattare in modo preciso la questione, spannometricamente no: abbiamo tutti gli occhi.

Cavolo devo proprio farmi un account di riserva per rispondere a questi topic
 
U

Utente 16812

Ospite
Chiaro, per me erano tutti aerei.

Semplicemente, considerato il rapporto costi/benefici dopo gli attentati dell'11/9, e il peso delle rispettive forze in gioco in termini sia militari che di spionaggio, ritengo più probabile che sia stato lasciato fare, se non addirittura sospinto l'attacco. Non dico mica che i dirottatori fossero consapevoli di star operando nell'interesse di certe lobby e individui, come che qualsiasi membro del senato statunitense fosse a conoscenza della realtà, ci mancherebbe.

Per me le forze che muovono le nazioni operano per lo più in maniera non ufficiale, d'altronde quà in Italia abbiamo avuto la p2 come esempio.
E che mentano sapendo di mentire è acclarato: la CIA addestra da anni guerriglieri provenienti dai più disparati paesi, e poi li manda a destra o a manca (a volte la cosa si ritorce contro). Quando questi finisco in Siria sono i simpatici "ribelli", invece in Mali la stessa gente è definita terrorista/integralista/brutti e cattivi.

Poi no, non ho prove del tipo intercettazioni telefoniche o documenti scritti ecc, sta sicuro che se le avessi sarei già a fare compagnia ai pesci :sisi:

Ripeto, ritengo semplicemente meno ingenuo diffidare della versione ufficiale, almeno in casi come questi, poi da quì a sostenere ogni follia di complotto ce ne passa.

La dichiarazione della CIA in merito ai rapporti con Bin Laden è stata perentoria: "For the record, you should know that the CIA never employed, paid, or maintained ANY RELATIONSHIP WHATSOEVER (l'enfasi è stata messa in origine, non l'ho messa io) with Bin Laden" :sisi:
Durante il periodo dell'invasione sovietica dell'Afghanistan, gli Stati Uniti e altri paesi (Pakistan, Cina, Arabia Saudita, Egitto, ecc.) "supportarono" i combattenti afghani LOCALI nella guerra di liberazione del loro paese ma nessun aiuto venne dato agli "arabi afghani" e ad altri musulmani, come confermato anche da Al-Zawahiri, numero due di Al-Qaeda, nel libro "Knights under the Prophet's banner".
Gli arabi afghani avevano le loro proprie fonti di finanziamento, Bin Laden era saudita e molto ricco, non c'era alcun motivo per collaborare con lui (Fonte: "La guerra segreta della CIA" di Steve Coll - BUR) :asd:
The United States did not ?create? Osama bin Laden | IIP Digital
Piani di intervento in Afghanistan erano già pronti prima dell'11/9 per contrastare la nuova minaccia del regime talebano che stava dando protezione, anche logistica, a Bin Laden.
Quindi nel contesto della tragedia dell'11/9 ciò che hai scritto non c'entra nulla :)
Ciao Liuk22 :ciaociao:
 

wardenclyffe

Utente Èlite
1,863
181
Non sarà proprio un incognita, ma di certo a "principi di termodinamica e fisica" (se esistesse) non si parla di modelli di impatto tra aerei e edifici..non so che studi ci si aspetti dal forumista medio ma dubito che anche eventuali ingegneri abbiano trattato qualcosa di simile all'esame di materiali piuttosto che meccanica..direi che ci vorrebbe un modello a computer fatto come si deve per trattare in modo preciso la questione, spannometricamente no: abbiamo tutti gli occhi.

Cavolo devo proprio farmi un account di riserva per rispondere a questi topic


Quando progettarono le torri gemelle gli ingegneri previdero proprio anche l'impatto con degli aerei.
A quel tempo lo fecero con dei Boeing 707 del tutto simili come peso a pieno carico come i recenti 767.
....ed in più avevano 2 motori......
Poi costruirono il World Trade Center.

Inoltre l'acciaio si fonde tra i 1350 e i 1500 gradi celsius a seconda della percentuale di carbonio presente nella lega.
Diventa quindi difficile spiegare 2 cose:
perchè a 800°( rapporto del NIST") l'acciaio si ammorbidisce?
Perchè dal 2001 negli altoforni continuano a sprecare soldi ed energia per portare a malleaibiltà un materiale che,dicono, si deforma a 800° ?
...infine....
Se come dicono l'acciaio può collassare negli incendi......
Perchè continuano a costruirli con l'acciaio?
....proverei con i Lego.....
 

R4z3R

Utente Èlite
6,247
177
wardenclyffe ha detto:
Quando progettarono le torri gemelle gli ingegneri previdero proprio anche l'impatto con degli aerei.
A quel tempo lo fecero con dei Boeing 707 del tutto simili come peso a pieno carico come i recenti 767.
....ed in più avevano 2 motori......
Poi costruirono il World Trade Center.
fonti? Anche se avessero provato a farlo un impatto del genere é difficile da modellizzare per la quantità di variabili da considerare: temperatura, tempo, angolo di impatto, velocità di impatto e massa dell'oggetto, vibrazioni e piani di vibrazione, vento che provoca oscillazioni alla struttura e infine costo nel realizzare una struttura eventualmente resistente (se fosse possibile), tanto é vero che non ho notizia di nessuno nella comunità scientifica che si sia messo a fare un modello del genere.

wardenclyffe ha detto:
Inoltre l'acciaio si fonde tra i 1350 e i 1500 gradi celsius a seconda della percentuale di carbonio presente nella lega.
La questione della fusione non la cita nessuno perché non é necessario fondere la struttura per farla collassare, é sufficiente che non riesca più a sopportare il carico cui é sottoposta alias i piani soprastanti, ma non si possono dimenticare le variabili di cui sopra come le vibrazioni.

wardenclyffe ha detto:
Diventa quindi difficile spiegare 2 cose:
perchè a 800°( rapporto del NIST") l'acciaio si ammorbidisce?
che le proprietà fisiche non siano le stesse a qualsiasi temperatura lo diamo per condiviso giusto? La domanda scientificamente rilevante sarebbe quindi "di quanto debba ammorbidirsi per non sopportare più il carico (che dipende dai piani soprastanti) a che temperatura questo avvenga, che effetto abbiano le vibrazioni dell'impatto e che modifiche plastiche lo stesso abbia comportato tali da compromettere o meno la struttura"?
Per parlare seriamente servirebbe un modello fisico complesso e di certo non é buttando lí un paio di temperature che si può confutare in modo affidabile il rapporto causa-effetto. Semplificando il rasoio di Occam, fino a seria prova contraria: aereo --> torre --> macerie.

wardenclyffe ha detto:
Perchè dal 2001 negli altoforni continuano a sprecare soldi ed energia per portare a malleaibiltà un materiale che,dicono, si deforma a 800° ?
Forse perché schiantandoci un aereo e schiacciandolo con qualche decina di piani di un palazzo ad alta temperatura non é cost-efficient ed é difficile controllare il risultato finale della deformazione?

wardenclyffe ha detto:
Se come dicono l'acciaio può collassare negli incendi......[dopo che ci si é schiantato un aereo carico di carburante]
Perchè continuano a costruirli con l'acciaio?
Hai alternative migliori che costino come l'acciaio?
 
Ultima modifica:
L

Les Paul Custom

Ospite
fonti? Anche se avessero provato a farlo un impatto del genere é difficile da modellizzazione per la quantità delle variabili da considerare: temperatura, tempo, angolo di impatto, velocità di impatto e massa dell'oggetto, vibrazioni e piani di vibrazione, vento che provoca oscillazioni alla struttura e infine costo nel realizzare una struttura eventualmente resistente (se fosse possibile), tanto é vero che non ho notizia di nessuno nella comunità scientifica che si sia messo a fare un modello del genere.


La questione della fusione non la cita nessuno perché non é necessario fondere la struttura per farla collassare, é sufficiente che non riesca più a sopportare il carico cui é sottoposta alias i piani soprastanti, ma non si possono dimenticare le variabili di cui sopra come le vibrazioni.


che le proprietà fisiche non siano le stesse a qualsiasi temperatura lo diamo per condiviso giusto? La domanda scientificamente rilevante sarebbe quindi "di quanto debba ammorbidirsi per non sopportare più il carico (che dipende dai piani soprastanti) a che temperatura questo avvenga, che effetto abbiano le vibrazioni dell'impatto e che modifiche plastiche lo stesso abbia comportato tali da compromettere o meno la struttura"?
Per parlare seriamente servirebbe un modello fisico complesso e di certo non é buttando lí un paio di temperature che si può confutare in modo affidabile il rapporto causa-effetto. Semplificando il rasoio di Occam, fino a seria prova contraria: aereo --> torre --> macerie.


Forse perché schiantandoci un aereo e schiacciandolo con qualche decina di piani di un palazzo ad alta temperatura non é cost-efficient ed é difficile controllare il risultato finale della deformazione?


Hai alternative migliori che costino come l'acciaio?

Quoto. Le ipotesi sono sempre affascinanti, ma assai spesso hanno una piccola falla nella premessa ... e queste falle in premessa hanno fatto lievitare negli anni il numero dei complottisti.

Ma oltre a vendere un sacco di libri, a pagare alcuni conferenzieri piu' o meno interessati e competenti, in concreto le varie commissioni di indagine, interne e non, non hanno evidenziato niente di quanto oggi viene ancora ripetuto dai sostenitori del complotto.

La mia personalissima opinione, che mi sono fatto quando 10 anni fa nel corso di un incontro in una nota università italiana, è che per realizzare una cosa del genere in termini di complotto interno americano, avrebbe richiesto la partecipazione diretta e cosciente di almeno 2000 o 3000 persone, come minimo.

E non credo che nel tempo 2000 o 3000 persone avrebbero contemporaneamente tenuti tutti la bocca chiusa, nessuno sia stato scoperto, nessuno se la sia cantata, nessuno abbia commesso il benchè minimo errore.

A me sembra unìassurdità in termini probabilistici, assunto che anche famiglie mafiose, intrighi internazionali di servizi segreti, intrallazzi platenari fra gente di ogni tipo, abbiano sempre uno o piu' persone che o commettono un errore o se la cantano o se la vendono.

Nel caso ipotetico dell'operazione segreta piu' grande, grave, luttuosa e complicata del mondo .... nessun errore, nessuno che se la canta, manco in punto di morte, e nessun giornalista o agente straniero o chesso'.... uno tossico o ubriaco che parla .....

Sempre con grande rispetto di chi la pensa diversamente.
 
  • Mi piace
Reazioni: Andretti60

Liuk22

Nuovo Utente
14
3
La dichiarazione della CIA in merito ai rapporti con Bin Laden è stata perentoria: "For the record, you should know that the CIA never employed, paid, or maintained ANY RELATIONSHIP WHATSOEVER (l'enfasi è stata messa in origine, non l'ho messa io) with Bin Laden" :sisi:
Gli arabi afghani avevano le loro proprie fonti di finanziamento, Bin Laden era saudita e molto ricco, non c'era alcun motivo per collaborare con lui (Fonte: "La guerra segreta della CIA" di Steve Coll - BUR) :asd:
The United States did not ?create? Osama bin Laden | IIP Digital
Purtroppo non nutro la minima fiducia nelle dichiarazioni ufficiali di agenzie e governi. Come può una smentita della CIA, per quanto forte, acquistare cieca credibilità ai miei occhi? Oste, è buono il vino? :asd:

Ringrazio per il link che ho consultato con interesse, esistono però anche fonti e testimonianze che affermano l'opposto.
Davvero è improbabile che qualcuno fosse a conoscenza delle intenzioni di sti 4 esaltati e non abbia fatto quel che poteva per fermarli?


Piani di intervento in Afghanistan erano già pronti prima dell'11/9 per contrastare la nuova minaccia del regime talebano che stava dando protezione, anche logistica, a Bin Laden.
Quindi nel contesto della tragedia dell'11/9 ciò che hai scritto non c'entra nulla :)
Quindi a tuo parere per certe lobby e influenti figure è stato un semplice "colpo di fortuna"? Considerato come abbia giustificato tutta la politica USA in Africa e medioriente negli ultimi 20 anni, quindi la strategia di isolamento dell'Iran, compreso il tentativo di rovesciare Assad, e la varie rivolte non certo spontanee nate in Nordafrica, nonchè l'attacco alla Libia colpendo una sola delle parti in barba alle norme internazionali.
 
U

Utente 16812

Ospite
Quando progettarono le torri gemelle gli ingegneri previdero proprio anche l'impatto con degli aerei.
A quel tempo lo fecero con dei Boeing 707 del tutto simili come peso a pieno carico come i recenti 767.
....ed in più avevano 2 motori......
Poi costruirono il World Trade Center.

Inoltre l'acciaio si fonde tra i 1350 e i 1500 gradi celsius a seconda della percentuale di carbonio presente nella lega.
Diventa quindi difficile spiegare 2 cose:
perchè a 800°( rapporto del NIST") l'acciaio si ammorbidisce?
Perchè dal 2001 negli altoforni continuano a sprecare soldi ed energia per portare a malleaibiltà un materiale che,dicono, si deforma a 800° ?
...infine....
Se come dicono l'acciaio può collassare negli incendi......
Perchè continuano a costruirli con l'acciaio?
....proverei con i Lego.....

Lo sanno anche i Vigili del Fuoco che l'acciaio si deforma a 350°C e si ammorbidisce a 500°C :asd:
VFV - Tecnica Antincendio e Protezione Civile
Leggi il paragrafo 3 sulla "Resistenza al fuoco dei materiali da costruzione".
Già a 600°C l'acciaio perde il 50% della sua resistenza iniziale, a 980°C ne ha meno del 10%.
Il cherosene degli aerei innescò gli incendi negli edifici, incendi che sono stati alimentati dalle suppellettili interne che man mano prendevano fuoco (mobili, tappeti, ecc.), l'acciaio si ammorbidì a causa del calore e ciò portò al collasso dell'intera struttura. L'acciaio non fuse.
Inoltre, negli Stati Uniti non viene certificato l'acciaio ma l'assemblaggio strutturale in base alle norme ASTM E 119:
undicisettembre: WTC, Il NIST risponde alle domande complottiste più frequenti (leggere le domande 7a e 7b)
All'epoca della costruzione delle Torri Gemelle le loro strutture erano talmente innovative che non vennero certificate :asd:
undicisettembre: Protezione antincendio nel World Trade Center
 
  • Mi piace
Reazioni: Andretti60

wardenclyffe

Utente Èlite
1,863
181
fonti? Anche se avessero provato a farlo un impatto del genere é difficile da modellizzare per la quantità di variabili da considerare: temperatura, tempo, angolo di impatto, velocità di impatto e massa dell'oggetto, vibrazioni e piani di vibrazione, vento che provoca oscillazioni alla struttura e infine costo nel realizzare una struttura eventualmente resistente (se fosse possibile), tanto é vero che non ho notizia di nessuno nella comunità scientifica che si sia messo a fare un modello del genere.


La questione della fusione non la cita nessuno perché non é necessario fondere la struttura per farla collassare, é sufficiente che non riesca più a sopportare il carico cui é sottoposta alias i piani soprastanti, ma non si possono dimenticare le variabili di cui sopra come le vibrazioni.


che le proprietà fisiche non siano le stesse a qualsiasi temperatura lo diamo per condiviso giusto? La domanda scientificamente rilevante sarebbe quindi "di quanto debba ammorbidirsi per non sopportare più il carico (che dipende dai piani soprastanti) a che temperatura questo avvenga, che effetto abbiano le vibrazioni dell'impatto e che modifiche plastiche lo stesso abbia comportato tali da compromettere o meno la struttura"?
Per parlare seriamente servirebbe un modello fisico complesso e di certo non é buttando lí un paio di temperature che si può confutare in modo affidabile il rapporto causa-effetto. Semplificando il rasoio di Occam, fino a seria prova contraria: aereo --> torre --> macerie.


Forse perché schiantandoci un aereo e schiacciandolo con qualche decina di piani di un palazzo ad alta temperatura non é cost-efficient ed é difficile controllare il risultato finale della deformazione?


Hai alternative migliori che costino come l'acciaio?

Sinceramente non capisco dove vuoi arrivare.
Le fonti del progetto sono note: le torri gemelle furono progettate per sopportare l'impatto di boeing 707.
Inoltre sarei curioso di sapere se conosci quali sono i crash test per gli aerei.
Non ho nessuna teoria da difendere, sto ai fatti.
E' sempre importante però ricordarsi di una frase di Diderot che faceva "l'ignoranza è più vicina alla verità del pregiudizio".
L'unica certezza che ho maturato negli anni è che fino a quando non verrà fuori la verità nessuno sarà al sicuro.
Nessuno.

- - - Updated - - -

Lo sanno anche i Vigili del Fuoco che l'acciaio si deforma a 350°C e si ammorbidisce a 500°C :asd:
VFV - Tecnica Antincendio e Protezione Civile
Leggi il paragrafo 3 sulla "Resistenza al fuoco dei materiali da costruzione".
Già a 600°C l'acciaio perde il 50% della sua resistenza iniziale, a 980°C ne ha meno del 10%.
Il cherosene degli aerei innescò gli incendi negli edifici, incendi che sono stati alimentati dalle suppellettili interne che man mano prendevano fuoco (mobili, tappeti, ecc.), l'acciaio si ammorbidì a causa del calore e ciò portò al collasso dell'intera struttura. L'acciaio non fuse.
Inoltre, negli Stati Uniti non viene certificato l'acciaio ma l'assemblaggio strutturale in base alle norme ASTM E 119:
undicisettembre: WTC, Il NIST risponde alle domande complottiste più frequenti (leggere le domande 7a e 7b)
All'epoca della costruzione delle Torri Gemelle le loro strutture erano talmente innovative che non vennero certificate :asd:
undicisettembre: Protezione antincendio nel World Trade Center

Si da il caso che l'edicio WTC 7 non ha subito impatto di velivoli e pertanto di cherosene(meglio dire Avio).
In questo caso come potrebbe aver fatto la stessa fine delle torri gemelle?
Certe cose, come tenere appeso un elefante per la coda con una puntina da disegno, si fanno solo nei laboratori di fisica.

- - - Updated - - -

Quoto. Le ipotesi sono sempre affascinanti, ma assai spesso hanno una piccola falla nella premessa ... e queste falle in premessa hanno fatto lievitare negli anni il numero dei complottisti.

Ma oltre a vendere un sacco di libri, a pagare alcuni conferenzieri piu' o meno interessati e competenti, in concreto le varie commissioni di indagine, interne e non, non hanno evidenziato niente di quanto oggi viene ancora ripetuto dai sostenitori del complotto.

La mia personalissima opinione, che mi sono fatto quando 10 anni fa nel corso di un incontro in una nota università italiana, è che per realizzare una cosa del genere in termini di complotto interno americano, avrebbe richiesto la partecipazione diretta e cosciente di almeno 2000 o 3000 persone, come minimo.

E non credo che nel tempo 2000 o 3000 persone avrebbero contemporaneamente tenuti tutti la bocca chiusa, nessuno sia stato scoperto, nessuno se la sia cantata, nessuno abbia commesso il benchè minimo errore.

A me sembra unìassurdità in termini probabilistici, assunto che anche famiglie mafiose, intrighi internazionali di servizi segreti, intrallazzi platenari fra gente di ogni tipo, abbiano sempre uno o piu' persone che o commettono un errore o se la cantano o se la vendono.

Nel caso ipotetico dell'operazione segreta piu' grande, grave, luttuosa e complicata del mondo .... nessun errore, nessuno che se la canta, manco in punto di morte, e nessun giornalista o agente straniero o chesso'.... uno tossico o ubriaco che parla .....

Sempre con grande rispetto di chi la pensa diversamente.

Come dici tu : "Sempre con grande rispetto di chi la pensa diversamente." ci sarebbero 2 precedenti più gravi

La pallottola magica di Connally
Il finto agguato del golfo del tonchino.

Le fonti: commissione warren e materiale declassificato dal governo usa.
 
U

Utente 16812

Ospite
Sinceramente non capisco dove vuoi arrivare.
Le fonti del progetto sono note: le torri gemelle furono progettate per sopportare l'impatto di boeing 707.
Inoltre sarei curioso di sapere se conosci quali sono i crash test per gli aerei.
Non ho nessuna teoria da difendere, sto ai fatti.
E' sempre importante però ricordarsi di una frase di Diderot che faceva "l'ignoranza è più vicina alla verità del pregiudizio".
L'unica certezza che ho maturato negli anni è che fino a quando non verrà fuori la verità nessuno sarà al sicuro.
Nessuno.

- - - Updated - - -



Si da il caso che l'edicio WTC 7 non ha subito impatto di velivoli e pertanto di cherosene(meglio dire Avio).
In questo caso come potrebbe aver fatto la stessa fine delle torri gemelle?
Certe cose, come tenere appeso un elefante per la coda con una puntina da disegno, si fanno solo nei laboratori di fisica.

- - - Updated - - -



Come dici tu : "Sempre con grande rispetto di chi la pensa diversamente." ci sarebbero 2 precedenti più gravi

La pallottola magica di Connally
Il finto agguato del golfo del tonchino.

Le fonti: commissione warren e materiale declassificato dal governo usa.

L'edificio WTC7 è crollato per COLLASSO PROGRESSIVO dovuto all'incendio, come riportato nel rapporto tecnico del NIST denominato NCSTAR 1A ("Final report on the collapse of WTC 7"):
NIST Manuscript Publication Search
In parole molto povere, il WTC7 venne colpito dalle macerie della Torre Nord, si innescarono incendi in diversi piani della struttura, alimentati, come sempre accade in ambienti di ufficio, dalle suppellettili che via via andavano a fuoco, mentre il sistema antincendio era praticamente inefficace (le condotte erano fuori uso).
La forte dilatazione e il calore dell'acciaio causarono l'indebolimento della struttura, si ruppero alcuni giunti che collegavano i solai alle colonne portanti centrali.
In particolare, il crollo del solaio al 13° piano innescò altri crolli di solai fino al 5° piano.
La colonna 79 (quella dello spigolo Nord-Est), che doveva sorreggere il carico più elevato, non avendo più contenimento laterale si piegò, trascinandosi dietro i solai soprastanti.
Il crollo progressivo, quindi, propagandosi verso l'alto, coinvolse le altre colonne portanti e infine si estese da Est verso Ovest portando al "tracollo" dell'intera facciata :asd:
Il WTC7 aveva uno squarcio, sul lato che si affacciava verso le Torri, di 20 piani :shock:
 

Inuyasha

UTENTE LEGGENDARIO
Utente Èlite
18,133
1,638
CPU
i5 3570K @ 4.4 Ghz
Dissipatore
Cooler Master Hyper 212 Evo
Scheda Madre
AsRock Z77 Extreme 4
HDD
SSD Samsung 850 EVO 500 GB (S.O) + Western Digital Blue da 2 TB
RAM
2X8 GB Corsair Vengeance Pro Series DDR3 2400 Mhz
GPU
GTX 960 MSI 4 GB ARMOR 2X
Monitor
Benq XL2720T
PSU
Corsair TX V2 650 W
Case
Cooler Master Silencio S600
OS
Windows 7 x64
La cosa più difficile da credere è che siano già passati 10 anni.... incredibile come passa il tempo.
 
L

Les Paul Custom

Ospite
Come dici tu : "Sempre con grande rispetto di chi la pensa diversamente." ci sarebbero 2 precedenti più gravi

La pallottola magica di Connally
Il finto agguato del golfo del tonchino.

Le fonti: commissione warren e materiale declassificato dal governo usa.
A me non pare che i due casi di cui parli abbiano necessariamente coinvoltonelle varie messe i scena migliaia di persone come sarebbe stato indispensabile per un attacco finto alle torri gemelle. Mi sembrano due paragoni assolutamente poco calzanti. Pero' puo' darsi che tu abbia ragione.
 

wardenclyffe

Utente Èlite
1,863
181
L'edificio WTC7 è crollato per COLLASSO PROGRESSIVO dovuto all'incendio, come riportato nel rapporto tecnico del NIST denominato NCSTAR 1A ("Final report on the collapse of WTC 7"):
NIST Manuscript Publication Search
In parole molto povere, il WTC7 venne colpito dalle macerie della Torre Nord, si innescarono incendi in diversi piani della struttura, alimentati, come sempre accade in ambienti di ufficio, dalle suppellettili che via via andavano a fuoco, mentre il sistema antincendio era praticamente inefficace (le condotte erano fuori uso).
La forte dilatazione e il calore dell'acciaio causarono l'indebolimento della struttura, si ruppero alcuni giunti che collegavano i solai alle colonne portanti centrali.
In particolare, il crollo del solaio al 13° piano innescò altri crolli di solai fino al 5° piano.
La colonna 79 (quella dello spigolo Nord-Est), che doveva sorreggere il carico più elevato, non avendo più contenimento laterale si piegò, trascinandosi dietro i solai soprastanti.
Il crollo progressivo, quindi, propagandosi verso l'alto, coinvolse le altre colonne portanti e infine si estese da Est verso Ovest portando al "tracollo" dell'intera facciata :asd:
Il WTC7 aveva uno squarcio, sul lato che si affacciava verso le Torri, di 20 piani :shock:

....strano che un edificio squarciato su un lato crolli come è crollato il WTC7.....
Però è anche vero che se da quando vengono costruiti gli skycrapers nessuno è mai crollato per un incendio 3 in una giornata forse rappresentano un'anomalia.
Però se lo dicono al NIST dobbiamo credergli.
Dopotutto sono anche riusciti a giustificare come gli unici pezzi di un jet sempre ritrovati in disastri aerei siano misteriosamente spariti.
....mi riferisco a scatola nera, motori e troncone di coda.....
L'attentato del WTC inghiotte tutto.

- - - Updated - - -

A me non pare che i due casi di cui parli abbiano necessariamente coinvoltonelle varie messe i scena migliaia di persone come sarebbe stato indispensabile per un attacco finto alle torri gemelle. Mi sembrano due paragoni assolutamente poco calzanti. Pero' puo' darsi che tu abbia ragione.

...avere ragione è inutile....
esercitare il libero arbitrio un dovere verso le persone innocenti morte in tutti questi casi
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Entra

oppure Accedi utilizzando

Discussioni Simili